Archivi tag: montagna

Macugnaga, Vette d’Artificio 5 agosto 2017

Macugnaga, Vette d’Artificio 5 agosto 2017: seconda tappa della rassegna piromusicale curata dalla GFG Pyro (che ho avuto il piacere di conoscere e scambiare quattro chiacchiere al pomeriggio e a cui va il mio plauso per l’impegno e la buona riuscita dell’evento).

L’accogliente e caratteristico villaggio della nota località piemontese ha attirato per l’evento circa 9.000 persone che, tra una gita in alta quota (Monte Moro per aperitivo a oltre 2800 mslm), passeggiate lungo le 50 bancarelle con prodotti tipici o anche solo per godersi la magnifica vista sulla parete Est del Monte Rosa, hanno atteso la fatidica ora…

…e finalmente alle 22:30 (zona Pecetto – campetto sportivo) è iniziato il tanto atteso spettacolo pirotecnico accompagnato da una ottima scelta di musiche e brillanti colori cha hanno illuminato le rocce e il fitto bosco circostante.

Fotografia realizzata con Nikon D800; obiettivo Nikkor 24.70mm f/2.8; Treppiede Manfrotto

Vette d’Artificio – Macugnaga, 5 agosto 2017

Annunci

Mottarone, un tramonto da sogno

Mottarone, un tramonto da sogno: giunto in vetta alla montagna che sovrasta la rinomata Stresa sul Lago Maggiore  e in attesa dello show piromusicale “Vette d’Artificio 2017” mi son goduto lo spettacolo naturale al calar del Sole.

Ogni volta un’emozione diversa…le foschie nelle vallate, un po’ di nuvole che avvolgono il massiccio del Monte Rosa all’orizzonte e altre modellate dal vento in quota e colorate dagli ultimi raggi della nostra stella in un disegno “irreale”.

Tramonto dal Mottarone

Nikon D800; Nikkor 24-70mm f/2.8G ED

32mm; 1/100sec; f/5.6;

Vette d’Artificio al Mottarone

Vette d’Artificio 2017, la prima tappa spetta al Mottarone…e dove non arriva l’occhio umano arriva la fotografia.

Essenziale è la conoscenza della propria fotocamera (non del tipo “accendo, metto in modalità auto tanto ci “pensa” lei e sicuramente le fotografie verranno bene), del luogo che si vuole riprendere e soprattutto che cosa si vuole riprendere.

Un altro aspetto fondamentale è quello di scattare sempre in qualità RAW in modo da avere un’ immagine “con tutti i dettagli” cercando di regolare la propria reflex con le giuste impostazioni per la sequenza fotografica che si andrà a riprendere…e qui entrano in gioco l’esperienza e le tante ore di ripresa realizzate precedentemente, insieme a chissà quanti scatti considerati da “buttare” e che invece è bene riguardare tante ma tante volte per capire l’errore o gli errori per poi migliorarsi sempre più.

Il tocco finale è la post-produzione con uno dei tanti software anche gratuiti che si trovano in rete oppure forniti con la macchina fotografica.

Quello che può venir fuori è un’immagine mozzafiato, ricca di dettagli che il nostro occhio non riesce a captare: un classico esempio è lo spettacolo pirotecnico dove nel buio totale della sera/notte l’intensa luce delle esplosioni abbaglia la vista.

Ho realizzato la fotografia che segue durante lo spettacolo piromusicale che si è svolto ieri 28 luglio 2017 alle 22:30 sul Mottarone alla quota di 1491 mslm, serata inaugurale della rassegna Vette d’Artificio 2017 curata dalla Gfg Pyro a cui va il mio plauso.

Vette d’Artificio – Mottarone 28 luglio 2017

Nikon D800; Nikkor 24-70mm f/2.8 G ED; Treppiede Manfrotto

Mottarone – Vette d’Artificio 28 luglio 2017

Mottarone – Vette d’Artificio 28 luglio 2017: ieri sera al via la rassegna piromusicale in alta quota.

Prima data e primo spettacolo davvero entusiasmante: musica e spettacolo pirotecnico “soft” quasi in vetta alla montagna dei sette laghi, con vista impareggiabile sulle Alpi.

Una serata fresca con il cielo stellato, qualche nuvola sul massiccio del Monte Rosa e la Luna ad abbellire un quadro già di per sé splendido.

Il mio contributo a rendere indelebile il ricordo è l’immagine che segue, realizzata con Nikon D800; obiettivo Nikkor 24-70mm f/2.8; treppiede Manfrotto.

Se ti piace ti invito a votarla (like) sulla pagina ufficiale Facebook di Vette d’Artificio nella sezione post e poi nella lista a destra Post delle persone che visitano la pagina. Grazie!

Spettacolo pirotecnico in vetta al Mottarone – 28 luglio 2017

 

Lavena-Ponte Tresa, spettacolo pirotecnico 8 luglio 2017

Lavena-Ponte Tresa, spettacolo pirotecnico 8 luglio 2017: tutto è cominciato così…

Lavena-Ponte Tresa, tramonto

Partenza da Varese sotto una battente pioggia accompagnata da alcuni lampi e tuoni….la serata sembrava destinata ad un finale non proprio roseo ed invece: sorpresa! Appena arrivato nella cittadina lacustre sul confine Italo-Svizzero un suggestivo tramonto apriva spiragli positivi.

Questa è la vita del fotografo che nonostante tutto ci prova sempre, anche e sopratutto col brutto tempo (portando a casa anche solo una fotografia buona equivale ad un’uscita che ha dato i suoi frutti).

Un rapido giro di perlustrazione per verificare il posizionamento delle chiatte sul lago e trovare la posizione migliore (secondo me) per immortalare i disegni astratti dei fuochi d’artificio.

Posizionata l’attrezzatura, al via qualche scatto di prova per la sessione fotografica serale tenendo conto della distanza tra me e le basi di lancio, in modo da “centrare” il più possibile tutto lo show piromusicale.

L’attesa è stata abbastanza lunga ma come (quasi) sempre non è stata vana: dopo un breve discorso introduttivo alla festa che unisce l’Italia e la Svizzera alle 23:05 è iniziato il grande show.

Immagine realizzata con Nikon D800, obiettivo Nikkor 24-70mm f/2.8 G ED, treppiede Manfrotto.

Lavena-Ponte Tresa, inizio spettacolo piromusicale dell’ 8 luglio 2017

 

Nuvole e montagna: binomio perfetto

Nuvole e montagna, un binomio perfetto…capita spesso di trovarsi in situazioni climatiche che cambiano repentinamente sopratutto in questi luoghi.

“Trekkeggiando” sul sentiero che prosegue oltre il Lago delle Fate nei pressi di Macugnaga ecco lo splendido scenario davanti ai miei occhi: l’ampia vallata, il ghiacciaio e le nuvole “minacciose” che avanzano…

Macugnaga – sentiero B 33 verso la località Crocette

Immagine ripresa con Nikon D800, obiettivo 24-70mm f/2.8

Cannobio, spettacolo pirotecnico 6 agosto 2016

Cannobio, spettacolo pirotecnico 6 agosto 2016: fuochi d’artificio sulla sponda piemontese del Lago Maggiore.

Una tranquilla serata ventosa anche sulla sponda lombarda che ha dato l’occasione a molte persone di ammirare i giochi di luce “creati” dai maestri del settore.

La prima immagine riprende lo splendido contesto del luogo dell’evento: le acque calme del Verbano davanti al lungolago di Cannobio e sullo sfondo i rilievi montuosi a far da cornice…

Fireworks on the lakefront of Cannobio in a beautiful summer evening - Piedmont, Italy

Cannobio, spettacolo pirotecnico 6 agosto 2016

La seconda immagine: un altro momento dello spettacolo piromusicale…

Cannobio, spettacolo piromusicale 6 agosto 2016

Cannobio, spettacolo piromusicale 6 agosto 2016

Come terza immagine ho scelto di pubblicare un dettaglio dei fuochi d’artificio e sullo sfondo in alto a destra, “sospeso” nell’oscurità della notte, il piccolo paese di Sant’Agata…

Cannobio, fuochi d'artificio 6 agosto 2016

Cannobio, fuochi d’artificio 6 agosto 2016

Immagini realizzate con Nikon D800; obiettivo Nikkor 24-70mm f/2.8