Archivi tag: microstock

Vette d’Artificio al Mottarone

Vette d’Artificio 2017, la prima tappa spetta al Mottarone…e dove non arriva l’occhio umano arriva la fotografia.

Essenziale è la conoscenza della propria fotocamera (non del tipo “accendo, metto in modalità auto tanto ci “pensa” lei e sicuramente le fotografie verranno bene), del luogo che si vuole riprendere e soprattutto che cosa si vuole riprendere.

Un altro aspetto fondamentale è quello di scattare sempre in qualità RAW in modo da avere un’ immagine “con tutti i dettagli” cercando di regolare la propria reflex con le giuste impostazioni per la sequenza fotografica che si andrà a riprendere…e qui entrano in gioco l’esperienza e le tante ore di ripresa realizzate precedentemente, insieme a chissà quanti scatti considerati da “buttare” e che invece è bene riguardare tante ma tante volte per capire l’errore o gli errori per poi migliorarsi sempre più.

Il tocco finale è la post-produzione con uno dei tanti software anche gratuiti che si trovano in rete oppure forniti con la macchina fotografica.

Quello che può venir fuori è un’immagine mozzafiato, ricca di dettagli che il nostro occhio non riesce a captare: un classico esempio è lo spettacolo pirotecnico dove nel buio totale della sera/notte l’intensa luce delle esplosioni abbaglia la vista.

Ho realizzato la fotografia che segue durante lo spettacolo piromusicale che si è svolto ieri 28 luglio 2017 alle 22:30 sul Mottarone alla quota di 1491 mslm, serata inaugurale della rassegna Vette d’Artificio 2017 curata dalla Gfg Pyro a cui va il mio plauso.

Vette d’Artificio – Mottarone 28 luglio 2017

Nikon D800; Nikkor 24-70mm f/2.8 G ED; Treppiede Manfrotto

Annunci

Arona, spettacolo pirotecnico 23 luglio 2017

Arona, spettacolo pirotecnico 23 luglio 2017: la vita del fotografo è fatta così…lunghe attese aspettando l’evento e sempre in prima fila per trovare il punto di ripresa ideale.

Non fa eccezione il Festival di Fuochi d’artificio…

L’attesa

Palcoscenico della serata è la nota località di Angera, cittadina sulla sponda lombarda del Lago Maggiore.

Dopo aver montato l’attrezzatura ed eseguito qualche scatto d’ambiente, ho solo dovuto aspettare le ore 23:00, orario d’inizio dello show piromusicale.

Come sempre ne è valsa la pena. Nell’immagine sotto un momento dello spettacolo.

Arona – Spettacolo pirotecnico del 23 luglio 2017

Fotografia ripresa da Angera con Nikon D800; obiettivo Nikkor 24-70mm f/2.8G ED; treppiede Manfrotto.

Sesto Calende, fuochi d’artificio 22 luglio 2017

Sesto Calende, Festival di Fuochi d’artificio 2017: altri due momenti dello show ripresi dalla spiaggia antistante il fiume Ticino.

A rendere la serata più piacevole una leggera brezza che ha preceduto il temporale.

Prima immagine: un dettaglio in formato verticale col vento che “gioca” con le esplosioni…

Sesto Calende – Festival di Fuochi d’Artificio 22 luglio 2017

Seconda immagine: la fine dello spettacolo pirotecnico in un tripudio di luci e colori…

…l’effetto leggermente ricurvo verso l’alto che deforma i lati della fotografia è dato dall’obiettivo utilizzato, il grandangolo estremo Nikkor Fisheye 10.5mm f/2.8 che a mio parare dona un tocco di originalità all’immagine.

Sesto Calende – spettacolo pirotecnico 22 luglio 2017

Sesto Calende, spettacolo pirotecnico 22 luglio 2017

Sesto Calende, spettacolo pirotecnico 22 luglio 2017: seconda data degli spettacoli curati dalla Parente Fireworks della rassegna estiva “Festival di fuochi d’artificio”.

Come ogni anno migliaia di persone giungono sulle sponde del fiume Ticino per una serata di svago, musica, per trovarsi e divertirsi in modo “sano” e senza eccessi.

Tutti in attesa della fatidica ora, le 22.30, per l’inizio dello show nonostante verso nord-ovest (dall’alto Verbano) il cielo cominciava a farsi cupo e lampi sempre più insistenti minacciavano l’evento.

Ma ecco la sorpresa: alle 22:15 il primo “botto di richiamo” e dopo pochi minuti ha preso il via la performance di esplosioni e luci che hanno illuminato lo specchio d’acqua tra la sponda Lombarda e Piemontese.

Ottima scelta degli organizzatori di anticipare l’inizio che ha dato la possibilità a tutti i presenti di godersi lo spettacolo…e a me di portare a casa delle suggestive fotografie.

Il tempo di metter via l’attrezzatura e tornare alla macchina, poi ha cominciato a gocciolare sempre più insistentemente e, tornando in direzione Varese, Madre Natura ha dato sfogo a tutta la sua ira con un furioso temporale.

L’immagine che segue “illustra” l’inizio dei fuochi d’artificio ripresa dal lungofiume e descrive la location perché è fondamentale nella fotografia vedere “oltre”…

Sesto Calende, 22 luglio 2017 – Spettacolo Pirotecnico sulle rive del Fiume Ticino

Fotografia realizzata con Nikon D800, obiettivo Nikkor Fisheye 10.5mm f/2.8 G ED DX, treppiede Manfrotto.

Alcuni dati tecnici: 10.5mm; 10sec; f/16; ISO 64

Lavena-Ponte Tresa, spettacolo pirotecnico 8 luglio 2017

Lavena-Ponte Tresa, spettacolo pirotecnico 8 luglio 2017: tutto è cominciato così…

Lavena-Ponte Tresa, tramonto

Partenza da Varese sotto una battente pioggia accompagnata da alcuni lampi e tuoni….la serata sembrava destinata ad un finale non proprio roseo ed invece: sorpresa! Appena arrivato nella cittadina lacustre sul confine Italo-Svizzero un suggestivo tramonto apriva spiragli positivi.

Questa è la vita del fotografo che nonostante tutto ci prova sempre, anche e sopratutto col brutto tempo (portando a casa anche solo una fotografia buona equivale ad un’uscita che ha dato i suoi frutti).

Un rapido giro di perlustrazione per verificare il posizionamento delle chiatte sul lago e trovare la posizione migliore (secondo me) per immortalare i disegni astratti dei fuochi d’artificio.

Posizionata l’attrezzatura, al via qualche scatto di prova per la sessione fotografica serale tenendo conto della distanza tra me e le basi di lancio, in modo da “centrare” il più possibile tutto lo show piromusicale.

L’attesa è stata abbastanza lunga ma come (quasi) sempre non è stata vana: dopo un breve discorso introduttivo alla festa che unisce l’Italia e la Svizzera alle 23:05 è iniziato il grande show.

Immagine realizzata con Nikon D800, obiettivo Nikkor 24-70mm f/2.8 G ED, treppiede Manfrotto.

Lavena-Ponte Tresa, inizio spettacolo piromusicale dell’ 8 luglio 2017

 

Luino, spettacolo pirotecnico 1° luglio 2017

Luino, spettacolo pirotecnico 1° luglio 2017: come ogni anno torna puntuale l’estate con le sue feste e spettacoli vari.

Non poteva mancare lo splendido spettacolo di fuochi d’artificio a suon di musica sul lungolago di Luino che inaugura la “stagione turistica” nella suggestiva cornice del Lago Maggiore.

Venti minuti di “disegni colorati evanescenti” nel cielo terso, una serata ventosa e fresca che ha estasiato gli spettatori.

Ecco un momento dello show immortalato con la mia amata compagna di avventure…

Luino, spettalo pirotecnico 1° luglio 2017

Immagine realizzata con Nikon D800; Nikkor 24-70mm f/2.8; treppiede Manfrotto

Nuvole e montagna: binomio perfetto

Nuvole e montagna, un binomio perfetto…capita spesso di trovarsi in situazioni climatiche che cambiano repentinamente sopratutto in questi luoghi.

“Trekkeggiando” sul sentiero che prosegue oltre il Lago delle Fate nei pressi di Macugnaga ecco lo splendido scenario davanti ai miei occhi: l’ampia vallata, il ghiacciaio e le nuvole “minacciose” che avanzano…

Macugnaga – sentiero B 33 verso la località Crocette

Immagine ripresa con Nikon D800, obiettivo 24-70mm f/2.8