Archivio mensile:giugno 2014

Cascata del Toce, Valle Formazza

Cascata del Toce, Valle Formazza: ed eccola in tutto il suo vigore in questo inizio d’estate….uno spettacolo che si può osservare solo in determinati giorni ed orari a causa della deviazione delle acque per la produzione di energia elettrica.

Dal 13 giugno al 21 settembre 2014 la cascata del Toce e’ aperta tutti i giorni:

da lunedì a sabato dalle 11:30 alle 13:30

tutte le domeniche dalle 10 alle 16

Cascata del Toce, Valle Formazza

Cascata del Toce, Valle Formazza

 

Cascata del Toce, Valle Formazza – Piemonte

Cascata del Toce, Valle Formazza – Piemonte: di sicuro una delle più imponenti cascate di tutta Italia e la seconda in Europa per la sua altezza, che coi suoi 143 metri di “salto” e 60 metri di larghezza alla base, lascia senza fiato…ed è proprio alla base che si trova un mondo da scoprire, tra le rapide impetuose del fiume Toce…

Un comodo sentierino conduce fino ai piedi della maestosa cascata, tra alberi e rocce dove il rumore si fa quasi assordante e la corrente del fiume sfodera tutta la sua potenza.

Luogo ideale per qualche fotografia con tempo lungo di esposizione (con l’ausilio di un ottimo filtro ND e un solido treppiede), in modo da creare il classico ma pur sempre affascinante effetto “acqua di seta”.

Rapide ai piedi della Cascata del Toce, Val Formazza

Rapide ai piedi della Cascata del Toce, Val Formazza

 

 

Rocca di Angera

Rocca di Angera: il fascino dei tempi che furono, quando si costruivano le fortezze sui luoghi dominanti di paesi e piccole cittadine, uno dei pochi siti medievali integralmente conservato.

Nei dintorni di Varese, più precisamente ad Angera sul Lago Maggiore, spicca su un promontorio roccioso in tutta la sua maestosità, la Rocca.

Ottima la vista panoramica dall’altra sponda del Lago Maggiore ad Arona.

Rocca di Angera

Rocca di Angera

Varese, tramonto sulle Prealpi

Varese, tramonto sulle Prealpi: altra sera e altri colori al calar del Sole….questa volta colori caldi e tenui e una grossa nuvola nera che primeggia nel cielo come a voler dire “ehi, ci sono anch’io”.

Sulla sinistra il profilo del Sasso di Ferro (montagna che sovrasta Laveno-Mombello) e a destra il Lago Maggiore e la conca di Luino. Un panorama da apprezzare anche al crepuscolo.

Parco Regionale Campo dei Fiori Varese, tramonto

Parco Regionale Campo dei Fiori Varese, tramonto

Cascata Pevereggia, Canton Ticino (Svizzera)

Cascata Pevereggia, Canton Ticino (Svizzera): a distanza di circa un anno sono tornato a visitare il “sentiero dell’acqua ripensata” nei pressi del paese Sessa, più precisamente a Molinazzo di Monteggio, a pochi chilometri dal confine Italo-Svizzero di Ponte Tresa.

Seguendo le indicazioni per il paese Sessa si trova subito un piccolo parcheggio dove si può lasciare l’auto; seguendo il sentiero ben segnalato ci si inoltra nel bosco e dopo circa 20 minuti di facile cammino si trovano le indicazioni per l’antico mulino Trezzini, sorpassato il quale si può ammirare il primo salto della cascata Pevereggia.

Cascata Pevereggia primo salto nei pressi del Mulino Trezzini

Cascata Pevereggia primo salto nei pressi del Mulino Trezzini

Risalendo lo stesso sentiero dopo pochi minuti di cammino si arriva ad un piccolo terrazzino con tavolo e panche in legno; scendendo a sinistra si può ammirare il secondo salto della cascata Pevereggia, a mio parere il più bello tra i due.

Fai molta attenzione in caso di terreno umido o bagnato: è una piccola discesa ma è facile farmi male in caso di condizioni climatiche non ideali, tipo dopo una piovuta oppure in autunno con tante foglie sul sentiero.

Molta meno acqua rispetto all’anno scorso, ma pur sempre affascinate….un piccolo angolo a contatto con la natura, immersi nel verde rigoglioso della primavera, dove mi sono “divertito” a scattare fotografie utilizzando tempi lunghi di esposizione in modo da creare l’effetto “acqua di seta” o “disegno” (sul secondo salto).

Cascata Pevereggia, secondo salto

Cascata Pevereggia, secondo salto

Cascata Pevereggia, secondo salto

Cascata Pevereggia, secondo salto

Varese, temporale sul Lago Maggiore

Varese, temporale sul Lago Maggiore: altra serata con condizioni meteo molto variabili e allora altra uscita in cerca di temporali (nonostante il divano comodo che sembra dirmi “ma dove vai”?).

Dall’alto del Parco Regionale del Campo dei Fiori con lo sguardo rivolto ad Est, verso Como e dintorni, aspetto fiducioso dato che grossi nuvoloni sembrano promettere un vero spettacolo……dopo circa mezz’ora la speranza svanisce, le nuvole si dissolvono e il cielo leggermente rasserena.

Aspetto ancora mentre il crepuscolo avanza e le prime luci dei paesi si accendono: un paesaggio suggestivo davanti ai miei occhi….man mano che il giorno lascia spazio alla sera, grossi nuvoloni scuri si addensano sopra le Prealpi, in direzione Ovest-Nord Ovest, e sopra il Lago Maggiore (Verbano).

L’attesa è beni presto ripagata, comincia a lampeggiare….

Temporale al tramonto verso il Lago Maggiore - Varese

Temporale al tramonto verso il Lago Maggiore – Varese

Varese, diluvio sul Lago Maggiore

Varese, diluvio sul Lago Maggiore: ieri sera le condizioni climatiche instabili hanno dato spettacolo al tramonto.

Teatro con posto in prima fila è stato ancora una volta il Parco Regionale Campo dei Fiori Varese, ottima location sia per fotografia che per un po’ di relax dopo le fatiche della settimana lavorativa.

Seguendo le indicazioni meteo che indicavano temporali su tutta la regione Lombardia tranne Varese (a questo punto potrei definirla Isola Felice) ho deciso di effettuare un’uscita serale con sessione fotografica al crepuscolo.

Scelta che ha dato praticamente subito i suoi frutti: con la reflex rivolta ad Ovest ecco davanti ai miei occhi la classica “bomba d’acqua” oltre il profilo del Sasso di Ferro, montagna che sovrasta Laveno-Mombello, illuminata dagli ultimi raggi di luce riflessa dalle nuvole.

Condizioni molto suggestive in fotografia che esaltano il profilo delle Prealpi e delle Alpi e rendono l’immagine quasi tridimensionale.

Diluvio sul Lago Maggiore, 30 maggio 2014

Diluvio sul Lago Maggiore, 30 maggio 2014